Ciak: motore!

Lancia Aurelia B24

di Guida Gerry
Visualizzazioni: 22959
Inserimento: 20 Gennaio 2014



Il film che rese famosa questa vettura fu "Il Sorpasso" di Dino Risi con Vittorio Gassman alla guida di questo splendido esemplare. Per l'esattezza nel film, furono usate due Aurelia convertibile ed infine nella scena finale non andava distrutta nell'incidente una vera Aurelia ma a quanto pare una Siata Daina 1.400 cabriolet. Nel film per l'esatezza furono usate due Lancia, complice il bianco e nero della pellicola, una celeste ed una color verde acqua.

La vettura, protagonista dell’intero lavoro cinematografico, alla stregua degli attori e del personaggio di Cortona, impersonato da un immenso Vittorio Gasmann, era proprio una Lancia Aurelia B24, sulla quale i due protagonisti viaggiano a suon di soprassi lungo la Via Aurelia, antica via consolare.

La Lancia Aurelia rappresentava il prototipo, nel senso letterale del temine, dell’eleganza, ma anche della prepotenza e della libertà  di un popolo italiano in pieno boom economico: il regista Dino Risi ben seppe immortalare  nelle immagini del film lo spirito di un intero decennio.

Infine come non ricordare il celebre suono del clacson che fuoriusciva dal cofano della vettura.

A tal proposito ricorda Vittorio Gassman: “In Argentina "Il sorpasso" credo sia stato il piu' grande successo di tutti i tempi, mi hanno detto che e' rimasto in cartellone per due anni. Pensi: due fabbriche di la' si erano specializzate nel produrre quel famoso clacson del film". Lo ricordate? "Peropeppe' peropeppe' peropeppe' ...". Stella Gian Antonio (22 agosto 1996) - Corriere della Sera

 

 


 

Parlando de Il Sorpasso con Federico Savina, tra i più grandi sound-designer del cinema internazionale è venuta fuori questa considerazione dello stesso Savina: “Il claxon, a quel tempo e per un certo tempo, è stato l’emblema di una certa arroganza di un  tipo di bullo prevaricatore, abbastanza diffuso e normale all’epoca in tutta Italia. Direi che Risi lo ha usato all’incontrario, nel senso voluto di prendere questo emblema già noto per connotare direttamente e con precisione un personaggio che vive sbruffando al di fuori della legge, senza spendere troppi sillogismi per collocarlo nella storia del film. Una via breve per arrivare allo scopo e portare rapidamente lo spettatore al punto della drammaticità voluta. Sonoricamente è fulminante l’unione di quel suono con un rombo del motore sempre al massimo, scraccate nei cambi di marcia ( se bene ricordo), stridio di gomme e frenate, le grida di autoeccitazione; il tutto a paragone della apparente apatia dei passeggeri, alternativamente bloccati nella loro paura o visivamente indifferenti ma sicuramente eccitati nel loro intimo. Per terminare col braccio alzato, gesto liberatorio in un caso, con il volo alla fine.Risi era famoso per appoggiare le sue storie su “suoni noti”. Con la musica, ha sempre riempito di dischi i suoi film. Mio fratello ha fatto le musiche di un suo film, che ho registrato io, Una Vita difficile. Una battaglia, perche’ per molti M aveva chiesto una musica, la si registrava, dava l’OK e poi al mixage lo sostituiva con un disco d’epoca.Idem con Fantasma d’amore, musica di di Ritz Ortolani dove venne Benny Goodman a suonare, suo prima performance diretta per un film. Al mix ne tolse meta’. Specie di questo ho buoni ricordi perche’ non registrai ma fui il suo segretario e factotum a New York per convincerlo a venire a Roma e poi a Roma per la registrazione, con curiosi aneddoti lungo il percorso.”(FS)

 

Lancia Aurelia B24

In produzione: 1955-1958

Curiosità: Dino Risi, utilizzerà nuovamente una Lancia Aurelia B24 nel film  “Primo amore” del 1978.Questa volta è Ugo Tognazzi a ricorre nuovamente alla vecchia, cara, convertibile.

 


 

Il Sorpasso

Paese     Italia
Anno     1962
Durata     108 min
Colore     B/N
Regia     Dino Risi
Soggetto     Dino Risi, Ettore Scola
Sceneggiatura     Dino Risi, Ettore Scola, Ruggero Maccari, Rodolfo Sonego
Fotografia     Alfio Contini
Montaggio     Maurizio Lucidi
Effetti speciali     Aurelio Pennacchia
Musiche     Riz Ortolani
Scenografia     Ugo Pericoli


Interpreti e personaggi


    Vittorio Gassman: Bruno Cortona
    Catherine Spaak: Lilly Cortona, figlia di Bruno
    Jean-Louis Trintignant: Roberto Mariani
    Luciana Angiolillo: Gianna, moglie di Bruno
    Claudio Gora: Bibi, il fidanzato di Lilly
    Paolo Stoppa: il contadino autostoppista
    Luigi Zerbinati: il commendatore
    Carla Polesello: moglie del commendatore
    Linda Sini: zia Lidia
    John Francis Lane: Alfredo, l'avvocato cugino di Roberto
    Annette Stroyberg: turista tedesca
    Nando Angelini: Amedeo
    Mila Stanic: Clara, la ragazza della stazione
    Bruna Simionato: zia Enrica
    Edda Ferronao: ragazza della valigia a Civitavecchia